Nhala (experimental story while listening a song)

Poco sotto le nuvole, sotte le stelle, sotto l’universo, sotto Dio, era situata la città di Nhala. La nebbia che saliva dal mare nevoso raffreddava i singolari bagnanti che si tuffavano a tutta birra non nel, ma attraverso quel mare di neve. I comignoli delle case sputavano grigia nebbia calda nell’aria ed era tutto pieno di nebbia: persone, case, oggetti, animali, belve, sogni ed incubi. I sassolini della strada che costeggiava gli scogli accuminati e bianchi erano neri, ma un nero brillante non cupo e tetro. Il profumo dei pasticcini della pasticceria del centro della città delle nuvole arrivava fin lì. Che bello gustarselo immaginando viaggi fantastici attraverso luoghi perfetti che vorremmo esistessero nella realtà ma che allo stesso tempo difendiamo gelosamente nel mondo della fantasia…

A quel punto Catherine si vegliò:

Sveglia, è ora di andare.”

Dove?”

Via.”

“Oh, no, non sento più l’odore dei pasticcini…”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: