Il primo sonetto

Certo non può considerarsi un componimento troppo significativo ma è il primo sonetto che scrivo ed è più una “prova” che non una vera poesia… ad ogni modo, è stato divertente scriverla.

Infinito amor mortale

Il cuor gelato s’apre a te oh musa

tu che la chiave presto hai trovato

nel buio un bacio m’ha sfiorato

ora so che ti amo senza alcuna scusa.

Certo non vorrei che tu ti fosti illusa

che io immortale sia stato creato

ma il mio mortal cuore hai rubato

la mia anima con la tua s’è fusa.

Oh ninfa che m’illuminasti il cuore

sovente vieni a fargli visita

e ti rivivo ogni volta con ardore,

e così dal giorno io passo l’ore

a pensar come sarebbe la vita

se non avessi conosciuto l’amore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: