La dama silenziosa – racconto

I suoi piedi nudi calpestavano quel velo d’acqua pietoso, pianto dal fiume. Ogni suo passo riecheggiava dolce nel silenzio galante della zona. La dama notò qualcosa che luccicava un po’ più avanti, in mezzo ai cespugli sotto il ponte. Pensò che doveva trattarsi di qualcosa di molto interessante. Mentre s’avvicinava il sole faceva danzare la sua ombra. Quando accadeva che questa andasse a danzare in mezzo ai fiori si dipingeva di mille colori trasformandola in una vivace ballerina, quando invece finiva col danzar sull’acqua si trasformava nell’immagine di un’antica dea protettrice. Sotto al vecchio ponte insensibile si celava una meravigliosa pianta di Giglio. Era tra i fiori di questa che si nascondeva il misterioso oggetto brillante. Quando la dama sfiorò la pianta il cielo ebbe un sussulto, come capita quando due cose d’inestimabile bellezza vengono a contatto tra loro, in connùbio perfetto. La dama però non capì cosa fosse a luccicare, non scorgeva nulla se non meravigliosi fiori di Giglio. S’allontanò allora dal tetro luogo splendente e si riavvicinò, poi capì. A brillare era la sua immagine riflessa in una goccia di rugiada che stava riposando sul fiore più bello.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: