Didone – poesia

Di lui il cor non vita il dolore

m’animo e destino devon partire

e dal cor tuo lui ora deve svanire

sebben si dolga per l’andato amore,

vorrei che ora scemasse il tuo furore

tutto questo non dovresti subire.

Che t’aspetta o regina dell’ardire,

Non ci lasciare oh divino fiore!

E prima di lasciarci senza pietà

sul fuoco della passione andata

non rinnegar ciò che ti allietò

l’amor d’Enea che veramente t’amò,

e di Sicheo nella vita passata

e di chi l’amor mai rinnegherà.

Mr dave

Ho scritto questo “Sonetto romantico” per contrastare l’idea Epicureo-Virgiliana dell’amore e dare una diversa interpretazione alla storia mitica della regina Didone. Spero che il sonetto in stile stilnoviano sia minimamente di vostro gradimento, grazie per la lettura.



Una Risposta to “Didone – poesia”

  1. Grazie a te, anni di Falqui quando bastava leggerti!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: