Didone – poesia

Di lui il cor non vita il dolore

m’animo e destino devon partire

e dal cor tuo lui ora deve svanire

sebben si dolga per l’andato amore,

vorrei che ora scemasse il tuo furore

tutto questo non dovresti subire.

Che t’aspetta o regina dell’ardire,

Non ci lasciare oh divino fiore!

E prima di lasciarci senza pietà

sul fuoco della passione andata

non rinnegar ciò che ti allietò

l’amor d’Enea che veramente t’amò,

e di Sicheo nella vita passata

e di chi l’amor mai rinnegherà.

Mr dave

Ho scritto questo “Sonetto romantico” per contrastare l’idea Epicureo-Virgiliana dell’amore e dare una diversa interpretazione alla storia mitica della regina Didone. Spero che il sonetto in stile stilnoviano sia minimamente di vostro gradimento, grazie per la lettura.



Annunci

Una Risposta to “Didone – poesia”

  1. Grazie a te, anni di Falqui quando bastava leggerti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: