Estate difficile

Oggi sono molto incazzato: col mondo. Stamattina mi sono alzato col mal di testa ho guardato fuori dalla finestra e vedendo il paese di merda in cui vivo ho pensato: “Sarà un’estate difficile.” Sono incazzato perché abito troppo lontano dalla mia ragazza e per vederci dobbiamo sempre fare cose impossibili, sono incazzato perché non mi va di uscire coi soliti amici e fare le solite cose: ovvero niente, sono incazzato perché abito in un paese in cui non c’è un cazzo di niente, sono incazzato perché voglio abbronzarmi qui sul terrazzo col profumo dei gelsomini e non ho nemmeno un fottutissimo sdraio, sono incazzato perché per prendermi un fottuto motorino che quando l’avrò non mi servirà più dovrò andare a fare 5-6 ore tutti i giorni nei campi sotto il sole a raccogliere pomodori, sono incazzato perché non ho libri da leggere e costano anche quelli e la biblioteca mi ha bannato, sono incazzato perché tutto ciò che vorrei fare non lo posso fare e non posso ripiegare su nient’altro perché non ho davvero assolutamente nulla da fare. E in tutto questo pandemonio di incazzatura e impossibilità di fare penso che lei mi manca da morire e allora la tristezza che oramai mi ha distrutto si sostituisce a totale incazzatura, perché se c’è un dio lassù, è ingiusto. Perché l’amore vince sempre ma a volte sembra che non sia così, sembra che tutto ti si metta contro, sembra che il dio dell’amore sia il dio dell’odio e in questi giorni avrei voglia di piangere, di mettermi a correre e accasciarmi in uno di questi campi arsi dal sole che circondano casa mia, vorrei restare lì inerme bruciato dal sole e vorrei scomparire sotto terra. E se non fosse per il pensiero di lei, che riesce sempre a darmi quel poco di forza di andare avanti, avrei già attuato questo piano di autodistruzione fisica e morale. Solo che lo penso sempre più spesso, quindi ho più bisogno di vederla, di stare con lei… e quando penso questo tutto mi si mette contro… questa è la prova tangibile che la fede e il buon animo non sono NIENTE e non servono a NIENTE. L’unica cosa che serve, di cui ho bisogno, e causa dei miei gesti è l’AMORE, solo questo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: