Il demone

Si dipingevano sulle sue carni

antichi rituali sconsacrati,

e ‘l fuoco ardeva l’anima.

 

Si stagliava nel cielo chiuso

la sagoma di un dio,

che era te e tutti.

 

E sia dell’amore che dell’odio

coglievi gli amari frutti,

addolcendo l’anima.

 

Sei il demone e la dea

più temuta qui,

ma non aver pietà di noi.

 

 

 

 

 

 

Posted via web from Baraldi Davide’s Official Delirium Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: