Il giorno del giudizio

Il giorno del giudizio è ieri, è oggi, è domani. Piume infangate in un turbine di fuoco smetton di scriver storie e muoion soffocate. Ricadon silenziose sul prato erboso pieno di rugiada e il sangue le trasporta sino ad un ruscello nel quale si adagiano prima di affondare. Rosso è il cielo dal quale precipitano gli sventurati, rossi gli occhi dei boia. Sei tu, sono io, siete voi: assassini del futuro, sfregiatori del passato, burattini indemoniati nelle mani del presente. Quando l’uomo aprirà gli occhi e fermerà il genocidio degli angeli sarà troppo tardi, perché al giudizio umano succederà quello vendicatore dei rimasti e allora periremo tutti in un immenso letto di piume insanguinato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: