Spilli

Scivolava sulla lastra di ghiaccio adiacente il baratro e vi danzava come una ballerina e nel mentre osservava le stelle.  Distratta pittrice della proairesi umana, illustrava sulla gelida distesa dicotomiche fantasie ornamentali. Da un lato un morbido cerchio, dall’altro pungenti estensioni di fantasia. E mentre si dilettava a precipitar e risalir nel vortice delli suoi pensieri pensava a piccoli miracoli lanceolati, coi quali avrebbe intagliato l’essere e plasmato le infinità verticali, avrebbe appiattito il mondo su quella stessa lastra di ghiaccio per poi pattinarvi sopra, com’una leggiadra ballerina, com’una sarta coi suoi spilli.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: